Spread the love

la-via-francigena-del-sud-il-cammino-dell'anima

La via Francigena del Sud

Un ponte tra Oriente e Occidente un itinerario trasversale tra basolati romani ed antichi tratturi, templi pagani, imponenti cattedrali e santuari cristiani, ammirando splendidi panorami mozzafiato. La via francigena del sud (da Roma a Bari) prevede varie tappe tra cui quella denominata il ” Cammino dell’Anima”.

Il Cammino Dell’Anima

Il Cammino dell’Anima è un percorso di oltre 55 Km che va da Faicchio fino a raggiungere Pietralcina, passando tra splendidi scenari naturalistici e antiche rovine. Di seguito vi illustreremo i luoghi più incantevoli assolutamente da non perdere.  

Partenza Faicchio | Castello Ducale

Partiamo da Faicchio e dallo splendido Castello Ducale del XII secolo costruito dai conti Sanframondo, sovrasta imponente il territorio e il fiume Titerno. Un tempo ospitò il vescovo di Cerreto Sannita, fu successivamente recuperato e restaurato dalla famiglia Fragola, Dal 1973 al 1977 ha ospitato la “Libera Università di studi turistici” Oggi acquistato da un gruppo di imprenditori e adibito a ristorane albergo.  

La Valle del Titerno

Tra gli scenari più belli e spettacolari del Sannio, la Valle del Titerno è sicuramente tra le prime posizioni. Il tempo e il suo fiume ” IL TITERNO ” hanno modellato questa valle rendendo il suo paesaggio indimenticabile. Tra gli scenari indimenticabili consigliamo un escursione alle ” Gole di Caccaviola ”  qui troverete tutte le info per una escursione guidata. 

L’Abbazia Benedettina di San Salvatore Telesino

Edificio storico fondata a Telesia tra gli anni 774 e 787 d.C. L’assetto strutturale del cenobio benedettino presenta le caratteristiche peculiari dell’architettura conventuale di epoca normanna, si ergevano generalmente strutture religiose su precedenti insediamenti di età romana, forse l’abbazia fu eretta sui resti di un’antica villa, come hanno accertato gli scavi archeologici del 1991 e del 2007. L’interno si presenta con un impianto  a tre navate e termina in un transetto sporgente che immette in un coro. 

L’antica Telesia

Antica Telesia  

L’antica Telesia e le sue meraviglie

Immersa nel verde, in una splendida vallata è una delle mete da non tralasciare  per la sua bellezza, la sua storia , la sua accoglienza. Si parte visitando i resti dell’antica Basilica di Telesia riportata alla luce da un gruppo di studenti dell’Università di Vilnius, continuando nel nostro cammino tra i resti della Telesia medievale ci soffermeremo ad ammirare la massiccia Torre campanaria risalente ad epoca Normanna, la Torre è quanto rimane della cattedrale SS. Croce del X secolo. Altro luogo incantevole dove sostare e rilassarsi godendosi una piacevole frescura è sicuramente il parco delle antiche Terme Iacobelli  ricco di verde, una piccola oasi del piacere, un tempo meta di tanti bagnanti oggi adibito a parco per bambini. Per gli amanti dell’acqua a Telese Terme potrete soffermarvi qualche oretta sulle sponde del Lago di Telese.  

 

Guardia Sanframondi

Castello medioevale di Guardia Sanframondi

Le meraviglie Sannite | Il castello Medioevale di Guardia Sanframondi

Il tratto successivo, durante il nostro Cammino dell’Anima,  prevede un passaggio nella zona di produzione vitivinicola di Castelvenere e segue il fondo valle fino alla chiesa di Santa Maria della Strada, accanto alla quale possiamo notare un antico ponte di epoca romana, ora in disuso. Altra meta di sicuro interesse è Guardia Sanframondi, paesino caratteristico ma di grande interesse storico e culturale. Da ammirare il Castello Medioevale   che sovrasta imponente tutto il paese e la vallata. Tra gli eventi più importanti di Guardia Sanframondi sono da ricordare i Riti Settennali dell’Assunta, e Vinalia manifestazione dedicata alla degustazione del vino

Il prosieguo del nostro cammino

Benevento

Posizionato tra i fiumi Sabato e Calore una delle cittadine più belle della Campania ricca di storia di arte e di cultura qui potrete visitare l’Arco di Traiano, Il teatro romano, il Chiostro di Santa Sofia diventato Patrimonio dell’Unesco, il Ponte Leproso, La Basilica della Madonna delle Grazie, e tanti altri luoghi pieni di storia. Vi consigliamo di rivolgervi direttamente all’ EPT di Benevento per tutte le info.   

Il Teatro Romano

Ha ha un diametro di 90 m e originariamente aveva una capienza di 15mila persone, Il teatro presenta un’acustica eccellente ed, essendo totalmente agibile, è oggi utilizzato nella sua funzione originaria, per manifestazioni musicali e culturali, in particolare la “Città Spettacolo” e la stagione lirica. Il Teatro Romano fu riaperto al pubblico nel 1957, ed è stato utilizzato per grandi eventi come la Finale di Miss Italia 1990 e Il Festivalbar del 2001   

Lo Scarpariello

Trovandovi a Benevento non potete tralasciare un assaggio del  piatto tipico Beneventano “Lo Scarpariello” inventato da una trattoria del centro storico è diventato il piatto tipico di Benevento e del Sannio. La ricetta di facile preparazione è a base di pomodori, pecorino e abbondante basilico. Con il tempo sono nate tante varianti ma vi invitiamo a cercare nei borghi del centro storico a cercare il piatto originale. 

Pietralcina eil suo simbolo | Padre Pio

Pietralcina

Al termine del nostro Cammino dell’Anima troviamo Pietralcina meta di tanti pellegrini e città natale di Padre Pio. Un luogo di affascinante impatto religioso storico e culturale  dove si respira una pace interiore che solo Pietralcina sa darti.

Il Borgo

Un borgo restato intatto nel tempo che vi guiderà fino alla scoperta della casa di Padre Pio. Oggi questo borgo è preso d’assolto dai tanti turisti e numerose attività commerciali che si sono insediate nel tempo grazie alla sua vocazione religiosa.

Padre Pio

Il suo vero nome era Francesco Forgione nato il 25 maggio 1887, il frate viene ricordato per le sue stigmate e per i miracoli a lui attribuiti. E ancora grazie a lui che si è realizzato l’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza Ospedale di fama nazionale.
La via Francigena del sud | Il Cammino dell’anima ultima modifica: 2016-05-29T09:45:39+02:00 da Magico Riposo